Storia del club

SCUFONS DEL COGO TELEMARK PRIVEE MOENA
La Storia del Club

A Moena si iniziò a parlare di tallone libero nei primi anni '90, infatti alcuni maestri di sci della locale scuola decisero di creare gli "Eroi del Telemark" dando così vita al primo fenomeno telemark della zona.

Aspetti tipici che contraddistinguevano questo sodalizio erano i costumi norvegesi e il grande spirito di allegria.

Dopo alcune stagioni di strepitosi successi la vivacità di questo gruppo andò purtroppo spegnendosi rimandando dunque ad un miglior futuro la rinascita di questa disciplina.

Trascorsi pochi anni un crocchio di scatenati adepti iniziò a popolare nuovamente le piste del Lusia riuscendo a raccogliere inaspettati consensi, erano due, tre, cinque, dieci, sempre di più, erano gli Scufons.

Scufons del Cogo, questo il pittoresco nome, degno dei membri che ne facevano e ne fanno ancor parte.

In breve tempo questi motivati ragazzi seppero organizzarsi in un vero club capace di fornire ai propri associati esclusivi gadget, sconti speciali, ricchi programmi di attività, ecc...

  

I soci

Fondatori del club erano sostanzialmente amici legati dalla passione per la montagna che un giorno decisero di provare qualcosa di alternativo alla monotonia dello sci classico. A loro va il merito delle prime iniziative e del saper avuto coinvolgere un numero di appassionati sempre più voluminoso.

L'anno del lancio fu il 1997, stagione nella quale i primi Scufons parteciparono ad alcuni raduni spiccando su tutti per goliardia e per un abbigliamento diverso non legato allo stile norvegese bensì a quello ladino-tirolese. Intanto procedeva pure l'impegno verso i soci i quali potevano usufruire di particolari sconti, di convenzioni particolari e di un'assicurazione per infortuni, senza contare i simpatici gadget di cui gli iscritti disponevano.

  

La Storia

La nostra associazione è nata nel febbraio 1997 dall'aggregazione di un piccolo gruppo di appassionati di telemark. Oggi, dopo circa cinque anni di continue e originali iniziative, il club può vantare un centinaio di iscritti provenienti da tutta Italia.

L'attività principale, ma non unica, è il telemark praticato però non come semplice tecnica sciistica, bensì come recupero di un'antica tradizione e come valorizzazione degli usi e costumi ladini dei primi '900.

In questi anni abbiamo partecipato con successo a numerosi raduni internazionali di telemark promuovendo tra l'altro l'immagine di Moena e della valle di Fassa. Oltre a ciò abbiamo anche animato con entusiasmo varie manifestazioni del nostro paese e di quelli limitrofi.

L'inarrestabile ascesa dell'associazione è culminata con la realizzazione dell'evento telemark denominato "SCUFONEDA", ormai divenuto un classico appuntamento del panorama invernale trentino, che vede la partecipazione di centinaia di telemarker provenienti da tutta Europa.

Sottolineiamo che tali traguardi sono stati raggiunti solo grazie al grande spirito di amicizia che contraddistingue il nostro sodalizio e ai contributi privati che hanno coperto le numerose spese di organizzazione.

Il club non opera solo per il telemark, ma propone agli associati e non un programma estivo e uno invernale ai quali tutti possono aderire. Le attività sono molteplici: dal telemark alle gite in montagna, dalle feste alle serate culturali, dai cineforum alle iniziative più originali, insomma un po' di tutto per tutti.

Nella speranza che queste semplici informazioni generali abbiano suscitato in voi interesse rimaniamo a disposizione per qualsiasi cosa.


Lo Statuto

Nell'anno del Signore -3 al II° Millennio, noi veri membri, nonché fondatori dell'ordine dei "SCUFONS DEL COGO" decidemmo di porre per iscrittum le nostre memorie ai posteri...

...correva il III° giorno della seconda decade del mese del disgelo, quando, dopo il rientro da trionfale ed eroica battaglia in quel di Cortina dum Pezzum, raccogliemmo nuovamente le forze per incidere su papirium un saggio codice di vita...

1. Il nostro non è uno Sci Club, ma un circolo strettamente privato riservato unicamente ai veri eroi del Telemark.

2. Il nostro scopo principale non è il lucro, ma è un vero rispetto per la montagna.

3. L'entrata al privee è condizionata dal superamento di tre micidiali fatiche:

  • prova di stile antico,
  • un mese di isolamento in alta quota,
  • prova finale di abilità dialettica con i mastri fondatori del circolo.

4. L'abbigliamento deve essere rigorosamente rustico e folkloristico (le giacche a vento le lasciamo agli italiani convinti).

5. Il vocabolario personale è composto da poche parole e molti versi:

  • UUUUUUU..... (positivo),
  • AAEEHHH..... (negativo),
  • PERÒ, PERÒ, PERÒ..... (ciuchera vegetale),
  • VARDA CHEL PAZON..... (rivolto ai profani dello snowboard).

6. L'uso dell'Alpenstock sia a scopo difensivo che offensivo, nonché sessuale è a norma di legge del Telemark.

7. Unico orgasmo a noi consentito è quello provocato da mitiche pieghe nel sacro tempio del Telemark sito in "LASTÈ di LUSIA".

8. È lecito insultare volgarmente chi fa uso di tavole o legnami di terza categoria (snowboard).

9. Non riconosciamo una didattica precisa: "Noi più storti siamo e più ce la beviamo".

10. All'eroe non sono consentite attività complementari.

11. Disonorare tutti quelli che prendono gli impianti a fune (salvo casi di bisogno estremo).

12. La nostra non è evoluzione, ma tradizione. Si disprezzano, ma anche perdonano, coloro che vogliono strumentalizzare e stravolgere questa arte antica.

13. Non è permesso assentarsi per malattia, salvo tallonite acuta.

14. L'eroe deve seguire un itinerario spirituale mirante al raggiungimento del massimo miglioramento interiore.

15. Chi effettuerà pieghe tecnologiche sarà piegato su sé stesso!

16. Il vero "SCUFONS" non deve mai dimenticare due qualità essenziali quali l'UMILTÀ e l'AMICIZIA.


Il Presidente fondatore Fabrizio Deville

  
tibetana_1_20140309_1152256835.jpg